LA SPESA

Fare la spesa è un atto socialmente rilevante.

L’educazione alimentare incomincia alla spesa.

Quando si fa un acquisto alimentare si dovrebbe sempre considerare che i prodotti acquistati sono destinati a essere introdotti nel nostro corpo e che possono, pertanto, far ammalare o risanare.

Nel momento in cui mettiamo nel carrello un prodotto, preferendolo ad un altro, stiamo compiendo un atto importante per il miglioramento della società nella quale viviamo. Se effettuiamo scelte virtuose con costanza, costringeremo anche la grande distribuzione ad adeguarsi per soddisfarle.

Dobbiamo cambiare le nostre abitudini rendendo la spesa un momento di scelta consapevole dei nostri consumi.

Il cibo ideale esiste ed è quello sicuro, buono, appetitoso e nutriente ottenuto nel rispetto dell’uomo e dell’ambiente. Cibi così sono presenti nei negozi e nei supermercati ma è importante saperli riconoscere.

Spesso, frastornati da mille offerte speciali, bombardati da pubblicità martellanti, condizionati dalla fretta e dalla fame, finiamo per acquistare spinti dall’impulso, senza badare a ciò che acquistiamo. A rimetterci sono il gusto, la salute ed il portafoglio.

Ecco allora sette consigli per non sbagliare:

- Andate a fare la spesa dopo i pasti o comunque a stomaco pieno per evitare di acquistare “per fame”

- Andate a fare la spesa con la Lista, indispensabile per ricordare ciò che serve ed evitare di fare acquisti inutili

- Non esagerate con gli acquisti, soprattutto se si tratta di alimenti freschi da consumare nell’arco di pochi giorni.

- Controllate sempre la data di scadenza dei prodotti.

- Fate una spesa equilibrata privilegiando frutta e verdura di stagione.

- Scegliete cibi che rispettano l’ambiente, possibilmente biologici.

- Imparate a leggere le etichette, sono le migliori amiche del consumatore.

 

LEGGI ANCHE

In sintesi